Alimento altamente digeribile derivato dalla soia, il tofu è ricco di proteine vegetali, vitamine e sali minerali con il vantaggio di essere privo di grassi animali e colesterolo. Non essendo caratterizzato da un sapore forte, il tofu può essere cucinato in tanti modi, ma prima di metterti ai fornelli, ti vogliamo dare qualche consiglio

Lascia bollire il tofu in acqua salata prima di qualsiasi preparazione
Dopo aver aperto la confezione, immergi il tofu intero o tagliato a cubetti in acqua bollente e salata e lascia bollire per circa 10 minuti.  Scolalo e lascialo raffreddare.

Questo trattamento è molto utile perché:
– rende il tofu più soffice;
– rende l’alimento più digeribile;
– elimina i residui di cloruro di magnesio che può conferire al tofu un retrogusto amaro.

Come si conserva correttamente il tofu
Una volta aperta la confezione, puoi conservare il tofu in frigorifero fino a 7 giorni dopo l’apertura semplicemente riponendo il tofu, coperto di acqua, in un recipiente ben chiuso.
Abbi cura di sostituire l’acqua quotidianamente per assicurare una perfetta conservazione.

Come marinare il tofu
Taglia il tofu a fette o a cubetti, immergilo nella salsa di soia, nel vino o in altra salsa che sei solito utilizzare e cospargilo di erbe aromatiche o spezie. Lascia marinare per almeno un’ora e sentirai che sapore!

Come saltare il tofu in padella
Riscalda una padella antiaderente con un filo di olio. Prima che quest´ultimo cominci a fumare, aggiungi il tofu e abbassa la fiamma. Mescola spesso, cuoci i cubetti di tofu fino a farli diventare dorati e aggiungi spezie o erbe aromatiche secondo il tuo personale gusto.

Come surgelare il tofu
E’ possibile surgelare il tofu e consumarlo anche a distanza di mesi.
Cambieranno però struttura e colore: il tofu diventerà più poroso e più duro.
Una volta scongelato e asciugato, può essere usato in vari modi.

Scopri il processo produttivo, con il quale Natura Nuova prepara il suo tofu, biologico e italiano!