La frutta è il dono più dolce che la Natura ci offre
Il suo adeguato e corretto consumo, associato ad un adeguato consumo di ortaggi, “assicura un rilevante apporto di nutrienti (vitamine, minerali, acidi organici) e nello stesso tempo consente di ridurre la densità energetica della dieta, sia perché il tenore in grassi e l’apporto calorico complessivo sono limitati, sia perché il potere saziante di questi alimenti è particolarmente elevato.” Da una ricerca dell’Istituto Nazionale di Ricerca per gli Alimenti e la Nutrizione, pubblicata sul sito della FAO: “Linee guide per una sana alimentazione”

La ricerca continua spiegando che “tra le diverse classi di antiossidanti presenti nei prodotti ortofrutticoli freschi, i più comuni sono:
• l’acido ascorbico (la vitamina C);
• i carotenoidi (i pigmenti dalla colorazione gialla, arancione e rossa di cui sono ricchi i vegetali e i frutti giallo-arancio – per la presenza di ß-carotene – e quelli rossi come il pomodoro – per la presenza di licopene);
• i composti fenolici (presenti in elevata concentrazione praticamente in tutti gli alimenti di origine vegetale e nell’uva e, quindi, nel vino);
• i tocoferoli (presenti nei semi oleosi e negli ortaggi a foglia verde).

Il consumo di frutta e vegetali può, inoltre, assicurare un apporto rilevante di alcuni minerali (quali selenio e zinco) che rientrano nei sistemi di difesa antiossidante dell’organismo. Altre sostanze in essi presenti sono state studiate in relazione ai loro potenziali effetti di prevenzione nei confronti del cancro. […]

L’assunzione di livelli elevati di potassio, di cui sono ricche frutta e verdura, è stata associata a un ridotto tasso di mortalità da infarto.”

frutta2

Quali sono i frutti che forniscono il maggior apporto di nutrienti?
Secondo quanto riportato in un paragrafo estratto da “Un anticancro potentissimo chiamato frutta” di Valdo Vaccaro, studioso di Scienze nutrizionali e comportamentali, i frutti più “interessanti” dal punto di vista nutrizionale sono:

– Il kiwi è piccolo ma potente e concentrato. Ottima fonte di potassio, magnesio, vitamina-E e fibra. Il suo contenuto di vitamina-C è doppio rispetto all’arancia. Una mela al giorno tiene lontano il medico di torno? È verissimo. Sebbene sia bassa in vitamina-C è dotata di antiossidanti e di flavonoidi che, al pari dell’acido ascorbico, abbassano il rischio di cancro al colon e di cardiopatie.
– Le fragole sono frutti protettivi, dotate come sono di poteri anti-ossidanti e di azione specifica contro quei radicali liberi che causano intasamenti vascolari e infiammazioni.
– L’arancia rappresenta quanto di meglio esista. Trattasi di medicina dolce e naturale. Una manciata di arance al giorno azzera raffreddori e riniti, abbassa il colesterolo, previene e dissolve i calcoli renali e annulla il rischio di cancro intestinale.
– L’anguria rappresenta quanto di meglio esista per soddisfare la sede. Composta del 92% di acqua, è anche confezionata dalla natura con una dose gigantesca di glutatione, basilare per dare la carica al sistema immunitario. È anche una fonte-chiave di licopene, il maggior anti-ossidante e anti-cancro previsto in natura. All’anguria non mancano ovviamente vitamina-C, potassio e tanta preziosa acqua biologica per ricambiare le nostre acque stagnanti.
– I meloni sono da considerarsi suoi ottimi e deliziosi cugini. Frutti speciali, rigorosamente non mescolabili ad altri cibi.
Guava e papaia meritano lo scettro per la vitamina-C, essendo di gran lunga i frutti che ne contengono di più. Il guava è anche ricco di fibra vegetale, indispensabile a prevenire fenomeni costipativi. La papaia contiene pure carotene, utile per gli occhi, e la famosa papaina, fantastica per aiutare la digestione.

frutta3

La frutta per la prevenzione delle malattie
Nel 2011 uscì un articolo, su Il Resto del Carlino, in cui il Direttore dello U.O. di gastroenterologia ed endoscopia digestiva dell’Azienda USL di Imola Giancarlo Caletti, forniva alcuni dati in ottica preventiva, confermando l’oramai nota consapevolezza che frutta e verdura, insieme ad uno stile di vita equilibrato, siano imprescindibili nella dieta di chi voglia mantenersi in uno stato di salute ottimale.

frutta4

Frutta, l’importante è che sia fresca
I nostri prodotti sono poco distanti dalla materia prima, da sempre rispettiamo la frutta appena colta e studiamo le tecniche migliori per trasformarla senza alterarla. Proponiamo solo ed esclusivamente frutta fresca, biologica o convenzionale, attraverso una vasta gamma di prodotti.

Il processo che adottiamo per trasformare la frutta fresca biologica è descritto nella pagina di approfondimento “Processo produttivo delle polpe di frutta”.

Nei prossimi articoli di approfondimento tratteremo le buone abitudini per assumere correttamente la frutta, perché un uso scorretto può compromettere i benefici che questo alimento può apportare alla nostra salute.