Si è chiusa con la vittoria dell’istituto di Novafeltria la terza edizione della gara gastronomica dedicata alla cucina vegetariana riservata agli istituti alberghieri

Sono arrivati a Riolo Terme da Novafeltria, Spoleto, Cervia e Forlimpopoli gli studenti degli istituti alberghieri per disputarsi la finale della terza edizione del concorso gastronomico “La cucina del BenEssere”, indetto da Natura Nuova di Bagnacavallo, azienda di riferimento a livello nazionale per i prodotti a base di proteine vegetali.

La “Mousse di Tempeh, pan di spagna al cioccolato con crema di mango e mela”, realizzata dagli studenti dell’istituto “Tonino Guerra” di Novafeltria, si è aggiudicata l’ambito riconoscimento dedicato alla cucina vegetariana.

Fin dalla sua prima edizione, il concorso ha sempre avuto lo scopo di promuovere il corretto utilizzo e la promozione delle proteine vegetali e d’importanti prodotti alimentari come tempeh, seitan e tofu. Ogni preparazione in concorso, infatti, doveva contenere almeno un ingrediente a base di proteine vegetali.

«Queste iniziative sono eventi costruttivi e fondamentali per la nostra azienda. Sono momenti di formazione che coinvolgono gli istituti scolastici attraverso l’utilizzo di nostri prodotti che promuovono idee di alimentazione sana, equilibrata e moderno – spiega Gabriele Longanesi, titolare di Natura Nuova -. Siamo felici di poter collaborate con l’Istituto “Pellegrino Artusi” di Riolo Terme e vogliamo proseguire in questo percorso di arricchimento ambivalente. Eventi come questo diventano palcoscenico importante perché attraverso la fantasia e la creatività dei ragazzi, che saranno gli chef di domani, si concretizza la visione dell’azienda e del futuro dell’alimentazione. Basti pensare che nella prossima edizione di Cibus (n.d.r in programma a Parma dal 7 al 10 maggio) presenteremo una nuova ricetta che qualche anno fa vinse proprio questo concorso».

La giuria, dopo aver assaggiato ciascun piatto, dall’antipasto al dolce ha stilato la classifica finale che ha visto trionfare la brigata proveniente da Novafeltria. Oggetto della valutazione è stata la preparazione, la presentazione, la degustazione, l’originalità e il corretto utilizzo delle proteine vegetali.

Al secondo posto della competizione si è piazzato il piatto “Carpaccio di radicchio rosso alla mediterranea con mousse di Tofu e finocchietto e panzanella al Seitan” dell’Istituto di Forlimpopoli, mentre terzo gli “Spaghetti alla chitarra al Tofu con crema di piselli, pomodorini e scaglie di Parmigiano” dell’Istituto di Spoleto. Infine, quarto posto per “Hamburger di Tofu con senape alla fragola” dell’istituto di Cervia.