Intestino pigro: “va de retro”!
A chi non è successo: una giornata rovinata per colpa di un intestino che non lavora bene. E il più delle volte non comporta solo irregolarità e stitichezza, ma può generare anche mal di testa, acidità, insonnia, leggera depressione, perdita di appetito, ulcere in bocca, alito cattivo e vertigini. Insomma, proprio una brutta bestia.

Frequentemente riconduciamo la costipazione a cambiamenti nelle abitudini quotidiane, come per esempio un viaggio, un cambio di stagione, una levataccia o ancora periodi stressanti al lavoro o in famiglia. Tutto corretto: questi eventi, alterano il corretto funzionamento dei movimenti intestinali.

Allo stesso modo, influiscono negativamente l’alimentazione moderna e la sedentarietà.
Le nostre diete sono spesso troppo ricche di carboidrati raffinati, proteine, grassi e molto carenti di vitamine, fibre, acqua e sali minerali. E soprattutto, spesso non abbiamo più tempo di masticare il cibo come si deve.
Non praticare attività fisica, inoltre, atrofizza i muscoli: addominali poco tonici non fanno lavorare l’intestino e la mancanza di una respirazione profonda, che si attiva sotto sforzo, toglie regolarità alla ritmicità del diaframma, anch’essa molto influente sui movimenti intestinali.

Il rimedio è dunque uno stile di vita sano ed equilibrato, composto da una dieta semplice e naturale e da attività fisica:

  1. assumiamo più liquidi sani. Tanta acqua, ma anche tè, tisane, succhi di frutta, minestre e brodi. E limitiamo l’assunzione di caffè e alcool, che disidratano;
  2. evitiamo fritti, carni rosse e condimenti troppo pesanti;
  3. aumentiamo l’assunzione di frutta e verdure. Sono ricche di acqua, vitamine, sali minerali e fibre;
  4. diamo un calcio alla sedentarietà. L’attività fisica dovrebbe essere di intensità medio alta e assolutamente non inferiore ai 20 minuti;
  5. manteniamo attiva la flora intestinale con yogurt e probiotici. La linea Prunolax è stata pensata proprio per questo;
  6. non priviamo il nostro intestino delle buone abitudini. Cerchiamo di non saltare i pasti e di mangiare a orari più o meno precisi.

Il nostro intestino diventa pigro se non lo curiamo e non lo coccoliamo. Come la nostra mente, ha bisogno di rimanere attivo: riprendiamoci il tempo per muoverci, per mangiare bene, per masticare il cibo… e ogni tanto massaggiamoci l’addome.

Questi sono i modi migliori per combattere la pigrizia!